Crisi aziendali e piani di risanamento

home / Archivio / Fascicolo / Autonomia privata, conflitto di interessi e voto dei creditori nel concordato preventivo e ..

indietro stampa articolo indice fascicolo leggi fascicolo


Autonomia privata, conflitto di interessi e voto dei creditori nel concordato preventivo e fallimentare...

Stefano Pellegatta

Cass., Sez. Un., 28 giugno 2018, n. 17186, Primo Pres. f.f. Renato Rordorf, Pres. Sez.  Francesco Tirelli, Rel. Carlo De Chiara

Trib. Milano, Decreto ex 180 L. Fall., 5 dicembre 2018, Pres. A. Paluchowski, Rel. F. Rolfi

Trib. Milano, Decreto ex 180 L. Fall., 21 dicembre 2018, Pres. A. Paluchowski, Rel. G. Pascale

Le pronunce qui richiamate affrontano il tema della rilevanza del conflitto di interessi nell’ambito delle procedure di concordato preventivo e concordato fallimentare (cfr. qui per tutti, R. SACCHI, Concordato preventivo, conflitto di interessi fra creditori e sindacato dell’autorità giudiziaria, in Fall., 2009, p. 32 ss.; M. FABIANI, Brevi riflessioni su omogeneità degli interessi ed obbligatorietà delle classi nei concordati, in Fall., 2009, p. 437 ss.; G. D’ATTORRE, Il conflitto d’interessi fra creditori nei concordati, in Giur. comm., fasc. 3, 2010, p. 392 ss.; S. MORRI-F. GIO­VANNARDI, Il conflitto d’interessi tra creditori nel concordato preventivo e fallimentare, in Il fallimentarista, 19 dicembre 2016; S. MARZO, Il conflitto di interessi del creditore nel concordato fallimentare, in Il fallimentarista, 12 febbraio 2018). La sentenza delle Sezioni Unite ha affermato rigorosamente la necessità di salvaguardare la piena esplicazione del principio dell’autonomia privata (sul punto cfr. anche Trib. Milano, 21 dicembre 2018, qui annotata, per cui si impone “l’esigenza di dare massima tutela al principio di autonomia privata, nel risvolto costituito dal principio di intangibilità della sfera giuridica di ciascuno da parte della volontà altrui”). Detto principio comporta che le decisioni, prese da un individuo o da una maggioranza, siano pur sempre espressione di una corretta formazione della volontà negoziale. La sussistenza di un conflitto di interessi altera invece il suddetto processo, finendo per inquinare il prodotto della manifestazione di volontà con potenziale danno per altri soggetti interessati e coinvolti nella vicenda (sulla rilevanza del conflitto di interessi come principio generale del sistema cfr. U. MATTEI, Il conflitto di interessi come categoria ordinante. Interesse di un’ipotesi di lavoro, in Riv. dir. priv., 2004, fasc. 2, p. 247 ss.; A. LUMINOSO, Il conflitto di interessi nel rapporto di gestione, in Riv. dir. civ., 2007, fasc. 6, p. 739 ss.; G. DE NOVA, Gli interessi in conflitto e il contratto, in Riv. dir. priv., 2004, fasc. 2, p. 241 ss.; D. MAFFEIS, Tutela dell'interesse e conflitto di interessi nella rappresentanza e nel mandato, in Riv. dir. priv., 2004, fasc. 2, p. 253 [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio


  • Giappichelli Social