Il Diritto Fallimentare e delle Società CommercialiISSN 0391-5239 / EISSN 2704-8055
G. Giappichelli Editore
Articoli più letti della rivista

La liquidazione giudiziale vista dal curatore

La figura del curatore “fallimentare” ha, tradizionalmente, rivestito un ruolo nevralgico nel macrosistema del diritto concorsuale. Anche il codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza non rinuncia a questo organo della liquidazione giudiziale, raffinandone tuttavia compiti e responsabilità facendo tesoro di quasi un secolo di elaborazione dottrinaria e ...
di Rinaldo D'Alonzo, Magistrato, giudice delegato presso il Tribunale di Larino

L'esdebitazione nella liquidazione giudiziale: evoluzione di uno strumento volto a garantire la continuità aziendale

Il presente elaborato analizza lo strumento dell’esdebitazione, con riferimento alla procedura di liquidazione giudiziale, mettendo in risalto le modifiche apportatedal Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, destinato ora a trovare una maggiore applicazione e a garantire la continuità aziendale.
di Piera Pellegrinelli, Ricercatore in Diritto processuale civile nell'Università degli Studi di Bergamo

Considerazioni sull'accesso alla composizione negoziata della crisi in pendenza dell'istanza di liquidazione giudiziale

La nota esamina il profilo dell’accesso alla composizione negoziata della crisi e della conferma delle misure protettive richieste dal debitore. Entrambe le istanze vengono rigettate dal giudice stante la pendenza di una procedura di liquidazione giudiziale a carico della società debitrice, conseguente al ricorso avanzato da uno dei suoi creditori, in linea con quanto dettato ...
di Giovanni Battista Fauceglia, Professore a contratto di Diritto commerciale nell'Università degli Studi di Salerno

La gestione dei crediti deteriorati: strumenti giuridici, best practices e possibili evoluzioni, anche alla luce del Codice della crisi

Le modalità di gestione dei crediti deteriorati sono in forte evoluzione. Da un lato, le banche, destinatarie di regole formali e di indicazioni delle autorità di vigilanza, hanno esternalizzato o ceduto larga parte dei propri portafogli, inclusi i crediti ancora “vivi” (UTP), dall’altro si sono affermati i c.d. credit servicers, mossi da aspettative diverse da ...
di Lorenzo Stanghellini, Professore ordinario di Diritto commerciale nell'Università di Firenze – Niccolò Usai, Assegnista di ricerca nell'Università di Firenze

La ridefinizione delle competenze degli amministratori negli strumenti di regolazione della crisi

Il lavoro analizza l’impatto che la crisi o l’insolvenza produce sulla governance, i doveri e le responsabilità degli amministratori: muovendo dalla individuazione degli interessi alla cui realizzazione o (quantomeno) protezione in quel contesto deve essere orientata l’azione societaria, esso esplora: i) le motivazioni che hanno portato al disconoscimento ai soci del ...
di Sabrina Masturzi, Professoressa associata di Diritto commerciale nell'Università degli Studi di Ferrara

Azione revocatoria fallimentare e (a)normalità dell'atto solutorio di debito pecuniario

La sentenza annotata offre l’occasione per esaminare il rapporto dicotomico “normalità” – “anormalità” dell’atto estintivo di un debito pecuniario, a cui corrisponde un diverso regime giuridico. La decisione di legittimità, invero, analizza l’annosa querelle in ordine ai criteri da utilizzare al fine di valutare l’anomalia ...
di Pierantonio Migliore, Dottore in Giurisprudenza nell'Università degli Studi di Catania

L'insolvenza di gruppo nel diritto concorsuale tedesco

In questo saggio viene presentata la disciplina dell’insolvenza di gruppo in Germania. Fatta una breve ricapitolazione della disciplina del gruppo di imprese nel diritto societario tedesco, viene gettato uno sguardo d’insieme sul diritto concorsuale dei gruppi, per poi porre in evidenza gli aspetti più significativi della relativa disciplina: e tra questi, soprattutto, la ...
di Peter Agstner, Ricercatore senior di Diritto commerciale nella Libera Università di Bolzano – Nicola de Luca, Professore ordinario nell'Università degli Studi della Campania

Consorzi di bacino e liquidazione del patrimonio tra incertezze normative e difficoltà applicative

Lo scritto esamina la vicenda della crisi dei Consorzi di Bacino per la gestione in forma associata tra Comuni dello smaltimento dei rifiuti, scrutinando, in primo luogo, la giurisprudenza che ha ritenuto di esonerare gli stessi dal fallimento, e valutando la compatibilità di questa opzione nel contesto del Codice della crisi. Di seguito, sono analizzate, in dipendenza della normativa ...
di Giuseppe Fauceglia, Professore ordinario di Diritto commerciale nell'Università degli Studi di Salerno

Finalità e funzione del concordato semplificato

Il saggio prende le mosse dalla considerazione del cambiamento del contesto normativo in cui si è inserita l’intesa semplificata. L’Autore esamina: il rapporto tra la soluzione negoziata e l’accordo semplificato; gli aspetti distintivi del contratto e il significato.
di Stefania Pacchi, Già Professoressa ordinaria di Diritto commerciale nell'Università di Siena – Cattedra d'Eccellenza Carlos 3 UCM – Banco Santander

Sulla responsabilità da abuso di direzione e coordinamento: il caso delle società c.d. Strumentali

Il Tribunale di Napoli, delinea i confini di applicazione della norma di diritto societario sulla responsabilità da abuso di attività di direzione e coordinamento, ex 2497 c.c., nel caso di società in house interamente partecipata dall’ente locale socio. In questa prospettiva viene tracciata una differenza tra le ipotesi di partecipazione dell’ente locale in ...
di Sara Scovotto, Dottoranda di ricerca in Diritto commerciale nella DiSES Università degli Studi di Salerno